curatela

Utopia#7: UN MONDO?

UN MONDO?

esposta dal 14 aprile al 5 maggio 2018 in via Roma 39 – Reggio Emilia

(il cortometraggio PRIMAVERA IN VIA ROMA è stato proiettato il 22 aprile)

Festival della Fotografia Europea 2018 | Circuito OFF in via Roma  > (official web page e dettaglio mostra)

Progetto artistico, allestimento, curatela e testo: Taryn Ferrentino

Fotografie e video: Errico Baldini

Colonna sonora: Giulio Vetrone

Consulente storico della memoria cittadina: Antonio Canovi

Collaborazione: Rosalba Maio

La città desiderata si manifesta dove scompare la funzione, in luoghi visibili solo a chi ne senta la necessità. Qualcuno li chiama marginali, ma capita che siano conficcati nel centro urbano, immoti da tempo, sottratti al bisogno di attribuzione che regola la città: bellamente inutili. Noi li chiamiamo soglie e vogliamo passarne una. Interrogare quel luogo con i nostri corpi, ritrovarvi desideri che non sapevamo: questa l’utopia!

Testo declamato il  14 aprile 2018

Sogniamo un mondo dove le città prendano forma dai desideri di chi le abita. Conosco una donna che sogna di vivere altrove e che ogni giorno trasforma la sua città di provincia in una metropoli mitteleuropea. C’è poi uno che sogna di abitare in una strada dove ogni porta conduce a una mostra fotografica e che giura di esservi riuscito. Un’altra, che immagina un mondo senza supermercati, ha visto nascere un orto proprio nel parco sotto casa sua. 

La mia utopia è attraversare spazi non contaminati dal bagliore delle vetrine, lontani dalla società dello spettacolo: zone in disuso, palazzi abbandonati, luoghi privi di funzione ma non di poesia. Ogni portone chiuso può essere aperto, ogni soglia varcata condurre a un luogo da interrogare, ogni attraversamento volgere in una deriva emozionale che riveli nuovi desideri!

Durante Fotografia Europea vieni a scoprire cosa è nascosto dietro i tralci pietrificati di Palazzo Boccacci-Cassoli, chiuso da anni. Il 22 aprile, solo 15 più scaltri, potranno assistere alla proiezione del cortometraggio “Primavera in via Roma” dialogando con chi ha varcato la soglia.